Italia

Santa Maria del cammino

di Marilena Carraro

 
Santa Maria del Cammino

Mentre trascorre la vita
solo tu non sei mai;
Santa Maria del cammino
sempre sarà con te.

Vieni, o Madre, in mezzo a noi,
vieni Maria quaggiù.
Cammineremo insieme a te
verso la libertà.

Quando qualcuno ti dice:
"Nulla mai cambierà",
lotta per un mondo nuovo,
lotta per la verità!

Lungo la strada la gente
chiusa in se stessa va;
offri per primo la mano
a chi è vicino a te.

Quando ti senti ormai stanco
e sembra inutile andar,
tu vai tracciando un cammino:
un altro ti seguirà.


Per il ritmo cadenzato, la semplicità della musica e la vicinanza delle parole a tanti momenti della nostra vita, Santa Maria del cammino allieta e spesso conclude molte celebrazioni liturgiche.

É questo il canto della gente che cammina, che si muove, che esce di chiesa con l’energia che spinge all’annuncio della buona notizia, nel rinnovato coraggio che nasce anche dal far strada insieme, da una stretta di mano o un colpetto sulla spalla.

Conosciuto anche come Mentre trascorre la vita, dice che la vita è un cammino. Al mattino iniziamo un cammino che ci porterà a sera, la domenica un cammino che ci condurrà all’ottavo giorno, la primavera all’inverno, dal primo all’ultimo giorno di vita su questa terra, sempre in cammino, tutti. Piccoli passi, giorno dopo giorno, segnano la nostra strada, la nostra vita. L’andare porta con sé la gioia e la fatica, l’attesa e l’incertezza, la stanchezza e la speranza.

In questo andare, il cristiano invoca la Madre, Maria, che fin dal suo primo apparire nelle pagine sacre si presenta come donna che cammina, che fa strada: «Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda» (Lc 1,39) per aiutare la cugina Elisabetta. Pochi mesi dopo è in viaggio con Giuseppe per il censimento secondo un decreto di Cesare Augusto (cf. Lc 2,1-5). Incinta, partoriente, puerpera: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò…» (Mt 2,13), sempre in cammino! Si trova nella comitiva che va a Gerusalemme per la festa di Pasqua dove ritornerà in fretta per aver perduto Gesù (cf. Lc 2,41ss). Segue il figlio suo e come ogni mamma lo accompagna fin dove il passo si ferma impotente; per lei, Maria, fin sotto la croce: «Stavano presso la croce di Gesù sua madre (…). Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: “Donna, ecco tuo figlio!”. Poi disse al discepolo: “Ecco tua madre!”. E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé» (Gv 19,25-27).

Madre di Giovanni, madre dei discepoli riuniti nel Cenacolo: «Tutti questi erano perseveranti e concordi nella preghiera, insieme ad alcune donne e a Maria, la madre di Gesù, e ai fratelli di lui» (At 1,14), Maria è nostra Madre. Il suo passo, dopo aver sostato sotto la croce, riprende spedito per camminare con tutta l’umanità.


Dalle parole alla Parola

Vita. La vita è un cammino. Fatte alcune scelte importanti, spesso a deciderne i piccoli passi del percorso sono le situazioni della vita, sempre però siamo noi a decidere come percorrerla. Le mie scelte sono sempre in sintonia con il Vangelo?

Maria. Amata da Dio è il significato di questo nome. La preghiera del Rosario ripete Maria cinquanta volte con il saluto e altre cinquanta nell’invocazione. Come non pensare che Maria significhi anche Amata dagli uomini?

Mondo. Fino a qualche anno fa per indicare un grande quantità bastava dire “Un mondo di …”. Oggi il mondo è così piccolo che noi conosciamo ciò che accade dall’altra parte del pianeta all’istante. Posso dire che il mondo è la mia casa e che ogni uomo è mio fratello?


Preghiera

Vieni, o Madre, in mezzo a noi e cammina tra noi, tu che hai conosciuto la fatica del passo, le incertezze della strada. Vieni e ci sentiremo più forti e sicuri nel nostro andare. Amen



---
Tutti i testi sono presi da: Meditare Cantando, ISG Edizioni e Effatà Editrice, 2010

 
Segnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente