Italia

Inno del Giubileo

di Paola Cover

 
Inno del Giubileo: Gloria a te, Cristo Gesù

Gloria a te, Cristo Gesù,
oggi e sempre tu regnerai!
Gloria a te! Presto verrai:
sei speranza solo tu!

I. Sia lode a te! Cristo Signore,
offri perdono, chiedi giustizia:
l'anno di grazia apre le porte.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

II. Sia lode a te! Cuore di Dio,
con il tuo Sangue lavi ogni colpa:
torna a sperare l'uomo che muore.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

III. Sia lode a te! Vita del mondo,
umile Servo fino alla morte,
doni alla storia nuovo futuro.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

IV. Sia lode a te! Verbo del Padre,
Figlio dell'uomo, nato a Betlemme,
ti riconoscono magi e pastori.
Solo in te pace e unità. Amen! Alleluia!

V. Sia lode a te! Pietra angolare,
seme nascosto, stella nel buio:
in nessun altro il mondo si salva.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

VI. Sia lode a te! Grande pastore,
guidi il tuo gregge per vie sicure
alle sorgenti dell'acqua viva.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

VII. Sia lode a te! Vero Maestro,
chi segue te accoglie la croce,
nel tuo Vangelo muove i suoi passi.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

VIII. Sia lode a te! Pane di vita,
cibo immortale sceso dal cielo,
sazi la fame d'ogni credente.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

IX. Sia lode a te! Figlio diletto,
dolce presenza nella tua Chiesa:
tu ami l'uomo come un fratello.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

X. Sia lode a te! Dio Crocifisso,
stendi le braccia, apri il tuo cuore:
quelli che piangono sono beati.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

XI. Sia lode a te! Sole di Pasqua,
con i tuoi raggi vesti la storia:
alla tua luce nasce il millennio.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

XII. Sia lode a te! Prega con noi
la benedetta Vergine Madre:
tu l'esaudisci, tu la coroni.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

XIII. Sia lode a te! Tutta la Chiesa
celebra il Padre con la tua voce
e nello Spirito canta di gioia.
Solo in te pace e unità.
Amen! Alleluia!

Il canto, composto in occasione dell’evento giubilare, che ha caratterizzato l’inizio del terzo millennio, celebra la regalità di Cristo Gesù e canta la speranza riposta in lui, nostro redentore amato e atteso.

È lui il sole di Pasqua che con i suoi raggi veste la storia, «un sole che sorge dall’alto per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre e nell'ombra di morte» (Lc 1,78-79); è lui la vera porta (cf. Gv 10,7), che nell’anno di grazia spalanca il suo cuore ricco di misericordia offrendo perdono e salvezza.

La storia, rigenerata dalla grazia di un Dio che stende le braccia sulla croce e apre il suo cuore all’intera umanità, riceve in dono un nuovo futuro e può davvero «dirigere i passi sulla via della pace» (Lc 1,79), quella pace che, insieme all’unità, solo in Lui può essere trovata e vissuta.

Ecco perché le strofe scandiscono una lode quasi incessante, che potrebbe continuare attingendo alla ricchezza dei lineamenti con cui la Scrittura dipinge il Volto di Colui che è la Vita del mondo, il Verbo del Padre che, abbracciando la nostra condizione umana, si è fatto Figlio dell’uomo; i tratti delineati di servo e Signore, di pastore e maestro, di pietra angolare e pane della vita, parlano al nostro cuore di credenti chiamati a fissare «lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento» (Eb 12,2), per lasciarci formare da lui e chiedere in dono l’esperienza stessa dell’Apostolo «… non vivo più io, ma Cristo vive in me. E questa vita, che io vivo nel corpo, la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha consegnato se stesso per me» (Gal 2,20).

In questo cammino ci accompagna la Vergine Madre, primogenita della Chiesa, vivo simbolo di quel destino di gloria e di pienezza di vita che Dio prepara per i suoi figli.

Nel clima dell’essere e del sentirci Chiesa la lode rivolta a Cristo Gesù si unisce ora alla sua voce per celebrare il Padre, e diventa canto di gioia nello Spirito Santo.


Dalle parole alla Parola

Pietra angolare. Fa da fondamento alla costruzione e la rende compatta, solida, unita. Mi sento pietra viva della Chiesa, stretta a Cristo Gesù, pietra angolare e in comunione con i fratelli? Come crescere nell’accoglienza di questo quotidiano dono e impegno?

Pane di vita. È alimento di tutti i giorni che Gesù sceglie per incarnare il dono di sé nell’Eucaristia.

Riconosco che il Signore mi nutre e sazia attraverso il Pane della vita? In che misura questo suo dono mi spinge a farmi pane per gli altri?


Preghiera

Lode a te Cristo Gesù, pane della vita che sazi la mia fame, pietra angolare che dai fondamento alla mia vita. Tenendo fisso lo sguardo su di te, Signore e maestro, servo e pastore, i miei passi seguano le tue orme, le mie braccia si aprano al dono, il mio cuore canti di gioia, nello Spirito, a gloria di Dio Padre. Amen.



---
Tutti i testi sono presi da: Meditare Cantando, ISG Edizioni e Effatà Editrice, 2010

 
Segnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedente